Il mio promemoria

Non avete ancora memorizzato nessun alloggio nel vostro promemoria
Formulario di contatto

Nome
email
Telefono
Lingua

Arrivo
Partenza
Persone

Il mio messaggio

Il mio referente

Sig. Gianni Franceschi
Olanda
Telefono: +31 (0)115 441702

Internet: http://www.mondosardegna
Il referente parla le seguenti lingue: Olandese, Inglese, Italiano



Casa per le vacanze Lotzorai Domus Serra

A soli 970mtr dalla bellissima spiaggia di 'Is Orrosas' c'e' una stupenda casa, Domus Serra. Un magnifico posto per una vacanza



Ulteriori offerte dell'inserzionista (15) »
DefinizioneDomus Serra Direttamente acqua Direttamente acqua
Balcone Balcone
Terrazza Terrazza
Veranda Veranda
Giardino d'inverno Giardino d'inverno
Protezione dagli sguardi indiscreti Protezione dagli sguardi indiscreti
City City
Indipendente Indipendente
Animato Animato
Natura Natura
Bambini benvenuti Bambini benvenuti
Allergiker geeigne Adatto ad allergici
Alloggio-ID8196
Tipo di immobileCasa per le vacanze
Luogo it-08040 Lotzorai
Sardegna - Italia

Periodi occupati1-5 Persone
Soggiorno minimo7 Giorni
ArrivoSa, Do, Lu, Ma, Me, Gi, Ve

Soggiorno72 m²
Giardino620 m²

Descrizione Casa per le vacanze Lotzorai

A soli 970mtr dalla bellissima spiaggia di 'Is Orrosas' c'e' una stupenda casa, Domus Serra.
Un magnifico posto per una vacanza indimenticabile.
Lotzorai, piccola cittadina con lungo litorale sabbioso, si affaccia sul Golfo di Arbatax. Compresa tra Tortolì "“ Arbatax e S. Maria Navarrese, lungo la costa centro orientale, gode di una stupenda vista sull'isolotto d'Ogliastra, visibile dalle sue spiagge. Le più conosciute Il Lido delle Rose, Tancau e Polu. Da visitare le splendide Cala Goloritzè, Cala Mariolu, Cala Luna e Cala Sisine, raggiungibili a piedi o in barca. Verso l'interno, a pochi Km, diversi i centri archeologici della zona.
Distanze: si trova sulla SS 125, a circa 2 h di percorrenza sia da Cagliari che da Olbia. A 10 min dal porto di Arbatax
Servizi: presenti nella stessa Lotzorai, a poche centinaia di metri dall'abitazione, market, farmacia, bancomat, ufficio postale, bar, ristoranti, pizzerie, piano bar, discoteca, ufficio turistico. Altri i servizi poi utili per il turista come noleggi ombrelloni e lettini sulle spiagge, scuola di vela, corsi subacquei, corsi di equitazione, centro escursioni via mare e via terra con e senza guida, noleggio bici, scooter e auto, noleggio imbarcazioni, area attrezzata camper. Per maggiori centri commerciali si raggiunge Tortolì, distante 5 min in auto.

Lotzorai
E' un accogliente paese, situato a circa 2 Km. dal mare, tra due fiumi, il Rio Pramaera ed il Rio Girasole. Sorge al centro dell'immenso anfiteatro formato dal massiccio del Monte Oro e dalle lontane cime del Gennargentu. Questo paese presenta numerose attrazioni, la prima di esse, che si vede nella strada che proviene da Cagliari, la S.S. 125, è il Castello di Medusa, dal quale si può godere una visione panoramica mozzafiato. Nell'entroterra, a qualche chilometro dal paese, si possono visitare interessanti complessi di Domus de Janas ed altri reperti nuragici. Molto bella è anche la zona del mare, ricca di campeggi e servizi per i turisti. Il centro storico del paese si stringe intorno alla chiesa di S.Elena in una zona leggermente più alta rispetto al resto del paese chiamata 'Cuccureddu'. L'altra chiesa del paese 'S.Barbara' si trova a 'Donigala' e risale ai primi decenni del 800. Esiste anche una piccola chiesa campestre ristrutturata ultimamente, la Chiesetta di Santu Tomasu. Il resto del paese si sviluppa intorno a via Dante, la strada che dal centro del paese porta fino al mare, e a Via Roma la via sulla statale 125. Altre zone del paese sono 'Sa Serra' la collina più alta dove tra vigneti e uliveti si gode di un bellissimo paesaggio, Tancau invece è una vera e propria frazione nata sul mare e che dista dal resto del paese di circa 3km; oggi zona di ville ed alberghi, nella cui spiaggia si può vedere, distante solo poche centinaia di metri, l'Isolotto d'Ogliastra. Importante l'ottimo servizio di soccorso persone eseguito dalla Croce Azzurra Lotzorai .

Lotzorai, ridente paesino d'Ogliastra, è situato a circa 1 km dal mare, tra due fiumi: è al centro dell'immenso anfiteatro formato dal massiccio del "Monte Oro" che lo sovrasta verso Baunei e dalle lontane cime del Gennargentu che stagliano maestose nel cielo terso e ceruleo. Il semicerchio formato dalle montagne protegge la Valle Ogliastrina dal gelido inverno e contribuisce il clima primaverile. Per Lotzorai vale così il detto latino "Hic Ver Assiduum" (qui è un'eterna primavera).
L'esistenza di Lotzorai viene annunciata, per chi arriva da Cagliari, dal "Castello di Medusa" che lo domina come un cavaliere del medioevo in sentinella. Dal "Castello di Medusa", si gode una visione panoramica più unica che rara: il mare è lì, proprio sotto di voi e vi sembra toccarlo con un dito, insieme all'Isolotto d'Ogliastra, a poche centinaia di metri dalla costa.
Le spiagge di Lotzorai e della frazione "Tancau" dove il mare, limpido e trasparente, si colora spesso di un verde smeraldo che rende chiaramente visibile la sabbia del fondo, sono ampie e ricche di sabbia più o meno fine, secondo la zona. Il mare non è pescoso come nei tempi andati, ma consente ancora di prendere alcune prede: cernie, connetti, occhiate e mormorette.
Nell'entroterra, a qualche km dal paese, si possono visitare interessanti complessi di "Domus de Janas" ed altri reperti nuragici. Il Bosco di "Su Padentinu" si trova a circa 4 km dal paese seguendo la strada provinciale per Talana, è costituito da piante secolari: lecci, querce da sughero e carrubi. E' attrezzato di appositi spazi per accendere fuochi, senza pericoli di causare incendi, per cucinare i cibi, nonché di tavoli e sedili in pietra che consentono di consumere il pasto comodamente.


La Sardegna per la sua posizione al centro del Mediterraneo, è stata per millenni il crocevia e il punto d'incontro delle più grandi civiltà, da quella fenicia a quella araba, da quella romana a quella bizantina. Le prime tracce di insediamento umano risalgono al paleolitico inferiore, 3º millennio a.C. Ma è soltanto nel 2º millennio che si hanno le prime testimonianze della civiltà nuragica. Nell'VIIIº secolo a.C. la Sardegna viene occupata dai Fenici; nel 238 a.C. viene ceduta ai Romani: infatti Pompeo Cesare concede a Cagliari ( Calaris ) la cittadinanza romana. Nel 455 d.C. i Vandali di Genserico la sottraggono all'Impero Romano e nel 534 d.C. viene riconquistata dai Bizantini che attuano una vera e propria politica di spoliazione. Nel VIº secolo d.C. la Chiesa , con Gregorio Magno , cerca di riorganizzare l'isola dal malgoverno bizantino e di difenderla dalle numerose incursioni saracene. Nel VIIº secolo d.C. sorgono dei governi locali retti da capi indigeni e i primi Giudicati indipendenti di Cagliari , Torres , Gallura e Arborea, che rimangono tali fino all'arrivo delle Repubbliche Marinare. La Sardegna è sotto l'influenza di Pisa, che con l'aiuto di forze genovesi , delle popolazioni locali e della Chiesa , riesce a cacciare i Saraceni. Le Repubbliche Marinare di Pisa e Genova lottano per il predominio della Sardegna e quest' ultima si insedia nel territorio di Arborea. Nel 1164 Federico Barbarossa eleva l'isola a rango di regno, in seguito la cede ai Pisani in cambio di denaro. Nel 1284 nella battaglia della Meloria i Genovesi strappano ai Pisani gran parte dei possedimenti sardi, mentre dieci anni dopo Sassari si dà spontaneamente a Genova. Nel 1295 con l'investitura di Giacomo II d'Aragona da parte del pontefice Bonifacio VIII inizia il dominio aragonese, combattuto a lungo dal popolo sardo grazie anche all'aiuto dei genovesi Doria. Nel 1713 con la guerra di successione spagnola la Sardegna passa sotto il dominio austriaco.Nel 1718 viene ceduta a Vittorio Emanuele II di Savoia, nasce così il Regno di Sardegna, da cui poi nascerà il futuro Regno d'Italia. Nella prima metà del secolo, sotto Carlo Emanuele III, nascono le università di Cagliari e Sassari. Nel 1861 con l'unità d'Italia vengono promosse le industrie e il commercio e si intensifica lo sfruttamento delle risorse minerarie. Durante il fascismo nel 1938 viene attuato il risanamento delle zone malariche e inizia lo sfruttamento del bacino carbonifero del Sulcis.Nel 1948 la Sardegna diventa Regione Autonoma a statuto speciale.

L'Ogliastra presenta una infinità di luoghi suggestivi raggiungibili sia dal mare che da terra. Ma non è conosciuta soltanto per le bellissime spiagge di sabbia bianca, bensì anche per il panorama mozzafiato che si può ammirare dai suoi monti. Potete fare un viaggio alla scoperta delle zone più belle dell'Ogliastra cliccando sulla cartina a lato.


Cala Goloritzé
DOVE SI TROVA Si trova a Nord di Arbatax, dopo Capo Monte Santo, lungo la Costa Orientale Sarda, e a Sud del Golfo di Orosei.
COME SI RAGGIUNGE Facilmente raggiungibile in barca o in gommone, e un pò più faticosamente a piedi, passando dalla strada del Golgo (Baunei) e proseguendo in discesa per circa un'ora e mezzo attraverso un sentiero tracciato.
LA SPIAGGIA Nominata 'Monumento Nazionale Italiano' nel 1995, è la spiaggia più fotografata dell'Ogliastra. Il fondale, trasparentissimo, è di 30 metri. La spiaggia è formata da una miriade di sassolini bianchi e per questo assolutamente unica nel suo genere. L'acqua ha una temperatura un pò più fredda delle altre cale a causa della presenza di numerose correnti di acqua ghiacciata provenienti dal vicino fiume. In questa spiaggia è assolutamente vietato raccogliere i sassolini e portare le imbarcazioni entro i 300 metri dalla riva.
SERVIZI Nessuno. La spiaggia è assolutamente incontaminata.
Cala Mariolu
DOVE SI TROVA Si trova a Nord di Arbatax, dopo Capo Monte Santo, tra Cala Biriola e Cala Goloritzé.
COME SI RAGGIUNGE Raggiungibile solo in barca, in gommone o con le numerose aziende escursionistiche della zona.
LA SPIAGGIA E' ciò che si definisce 'un sogno'; formata da sassolini di marmo bianco, lisci e dalle dimensioni microscopiche, è sovrastata da una scarpata di calcare ricoperta dalla macchia mediterranea. Alcune rocce calcaree affioranti dal mare formano delle piccole isole. Il fondale è roccioso e adatto alle immersioni. In questa cala il sole batte solo la mattina e nel primo pomeriggio, mentre durante il resto della giornata la spiaggia è in ombra.
SERVIZI Nessuno. La spiaggia è incontaminata
Cala Luna
DOVE SI TROVA Si trova a Nord di Arbatax, dopo Capo Monte Santo, a Sud del Golfo di Orosei e a poca distanza da Cala Gonone.
COME SI RAGGIUNGE Facilmente raggiungibile in barca, e un più faticosamente a piedi, passando dalla strada del Golgo (Baunei) e proseguendo in discesa per circa due ore attraverso un sentiero tracciato. Il dislivello in salita è di 330 metri, ma assolutamente panoramico.
LA SPIAGGIA E' molto lunga, fine e bianca. Famosa per la presenza delle bellissime grotte sulla spiaggia e per in fiume sulla cui estremità si trovano coloratissimi oleandri.
SERVIZI Ristorante Bar 'Cala Luna' Tel. 0784.93392. Campeggio direttamente sulla spiaggia.
Gola di Gorroppu
DOVE SI TROVA tra il supramonte di Orgosolo e quello di Urzulei.
COME SI RAGGIUNGE da Dorgali si scende in direzione della regione Oddoene, traversata la quale si segue la vallata del Rio Flumineddu . Dopo circa 12 km, in prossimità di un bivio, si trova una deviazione a destra per Tiscali, proseguire su questa strada fino a raggiungere dopo circa 1 km il ponte Sa Barva. Superato quest'ultimo si trova il cartello indicante la strada per raggiungere Gorroppu. Da questo punto si prosegue a piedi lungo un sentiero che in circa due ore porta all'imbocco della gola, costeggiando le pareti calcaree del Monte Oddeu e fiancheggiando il rio Flumineddu. Una volta terminato il sentiero è consigliabile proseguire fiancheggiando la parete destra del monte che porta all'ingresso della gola.
Gorroppu è una profonda spaccatura scavata nel corso dei millenni dalle acque del rio Flumineddu, situata tra il supramonte di Orgosolo e quello di Urzulei, con pareti di altezza fino a 450 metri. Il fondo della gola è ricoperto da grandi massi levigati e bianchi. Il cammino fra un lato e l'altro della gola può essere effettuato in circa 2 ore in mezzo a grandi massi calcarei. Fra corde picchettate nei massi e sentieri fiancheggiati da grotte, si cammina per circa un chilometro e mezzo, dopodichè il percorso può essere seguito soltanto con un attrezzatura professionale.


Arredamento - Casa per le vacanze Lotzorai

Soggiorno 122 m², Angolo pranzo, Camino, Piastrelle ceramiche, Angolo cottura
Camera da letto 116 m², 1 Letti matrimoniali, Lampada lettura, Comodino, Oscurabile
Camera da letto 216 m², 2 Letti singoli, Lampada lettura, Comodino, Oscurabile
Cucina 18 m², Cucina componibile, 1 Piano cottura, Cucina a gas, Forno, Cappa aspirante, Frigorifero, Surgelatore, Caffettiera espresso, Stoviglie disponibili
Bagno con WC 110 m², Vasca da bagno, Cabina doccia, Bidet, solo WC, Luce naturale del giorno
possibilità di parcheggioparcheggio privato interno
RiscaldamentoAcqua calda, Riscaldamento a gas
TelecomunicazioneRadiotelefono possibile
Giochi elettroniciTelevisore
AltroLavatrice, Stenditoio

Prezzi & Modalità di pagamento

PeriodoNotteSettimanaMeseTipo di stagione
29. Settembre - 28. Giugno ---295 € --- Offerta last-minute
28. Giugno - 06. Settembre ---595 € --- Offerta last-minute

Modalità di pagamento

  • Pagamento anticipato con 26% Prepagamento
     

    Costi accessori

    • Pulizia finale: costi per un importo di 50 € Alloggio /una tantum
     

    Dintorni e Tempo libero

    aeroporto „Olbia” 200 km
    auto a noleggio „Olbia Airport” 200 km

    Tempo libero

    Discoteca „Girasole” 0.8 km
    Visita a piedi della città „Lotzorai” 0.5 km

    Prestito

    Noleggio barche „Ogliastra, Lotzorai” 0.07 km

    Sport

    Vela „Santa Maria Navarrese” 2 km
    Vela „Arbatax” 9 km

    Ambiente

    Lago „Gennargentu” 28 km
    letto e colazione (Bed & breakfast) LOTZORAI (OG) VILLA ROSA
    B&B LOTZORAI (OG)
    ROMA n° 16
    LOTZORAI (OG)
    SARDEGNAHOLIDAY C.A.V.
    Casa Lotzorai
    .
    Lotzorai
    Villa francesca
    Casa lotzorai
    lungomare 27
    lotzorai


    Avviso